Post

Siamo tutti genitori della nuova Terra

Immagine
Tutto ciò che stiamo sentendo e vivendo a livello emotivo è  risonanza  con tutto ciò che è nell’Esperienza vissuta dall’Umanità, presente come memoria vibrazionale nel corpo emotivo della Terra. Quando comprendiamo questo,    siamo in grado di accogliere noi e ogni altro noi che rappresentiamo in quel sentire, e riconosciamo la necessità di vivere proprio quella situazione come espressione di un bisogno molto ampio e profondo, il bisogno di tutta l’Umanità.   Ogni volta in cui ci attiviamo per superare un'opposizione creiamo un imput vibrazionale che dà energia a quel seme che stiamo nutrendo e che presto crescerà insieme alla nostra  Nuova Umanità.. Il nostro pensiero  focalizzato nelle medesime Intenzioni  ci permette di creare un potente flusso di energia capace di interagire con il Campo Vibrazionale della Terra.                                                                                   La nostra meditazione attraverso il lavoro può diventare il momento

Viviamo la nostra Dimensione Transpersonale

Immagine
Tutti possiamo vivere la nostra Dimensione Transpersonale e sentire che, anche quando ci sentiamo smarriti, possiamo in breve tempo ritrovare Forza e Fiducia E’ importante più che mai vivere la Certezza che ogni nostro problema è  già stato trasmutato    tante e tante volte e dobbiamo essere solo pronti a riconoscere che tutto torna per essere trasformato in noi ad un livello sempre più ampio e profondo, che necessita oggi più che mai della Consapevolezza del nostro essere legati ad ogni altro noi nella nostra Evoluzione collettiva, nell’essere  co-creatori  negli eventi che noi e l’intera Umanità stiamo vivendo N el Corpo emotivo siamo tutti collegati,vibriamo nelle medesime frequenze Una volta focalizzato il nostro problema possiamo riconoscere che tutto ciò che stiamo vivendo non appartiene solo a noi, ma anche al bisogno collettivo  Per questo possiamo attivarci come sappiamo per riequilibrare il nostro sentire... Un metodo profondo ed efficace è  insistere con

Sciogliere un dolore molto antico

Immagine
Nella materia siamo tanti individui separati, esistiamo noi   ed esistono "gli altri", diversi da noi. Viviamo nel nostro pensiero egoico, badiamo innanzitutto ai nostri personali  interessi, poi,  se possiamo , ascoltiamo gli altri...  Siamo convinti che se prima non abbiamo cura di ciò che ci riguarda in prima persona,   non ci è possibile allargare i nostri orizzonti...  Non conosciamo l'anatomia sottile, non sappiamo che, da un punto di vista vibrazionale,  tutto ciò che viviamo individualmente è  sentito  molto oltre noi e che tutto ciò che qualsiasi altra creatura  sulla Terra vive, interagisce con noi, oltre i limiti dello spazio/ tempo....  Siamo in ogni momento legati ai nostri antenati attraverso il nostro DNA psichico energetico, attraverso la nostra memoria ancestrale.  Nel corpo emotivo collettivo tutto ci appartiene, tutto sentiamo, tutto interagisce con tutti, in particolar modo entriamo in  risonanza  con ciò che ci appartiene perchè interiorizzato nella n

Siamo tutti collegati

Immagine
    Tutto ciò che abbiamo    ereditato nella memoria ancestrale rappresenta la necessità di ripulire il corpo emotivo che è rimasto contratto e ferito nelle esperienze dolorose vissute dai nostri antenati o in vite precedenti e risentita nello stato di  risonanza  in questa vita.    La possibilità evolutiva dell’uomo da un punto di vista spirituale, è la possibilità evolutiva dell’Umanità.                                                                Nella materia siamo tanti e siamo divisi, ma nei nostri Corpi Sottili, nel campo vibrazionale che tutto avvolge, siamo tutti collegati.  Nel Corpo Emotivo vibriamo nelle medesime frequenze nelle quali vibravano i nostri antenati e nelle frequenze nelle quali vibrano tutti gli esseri viventi.                                                        Nel Corpo Spirituale,   nelle frequenze più elevate,  siamo Uno in Dio e in Dio siamo co-creatori nel Divino.                                               Possiamo ancora "aiutare" molt