Armonizzare il passato per vivere in equilibrio il presente

 Da un punto di vista energetico,  siamo un’unità di Corpo, Mente, Anima e Spirito e siamo in ogni momento in relazione con il TUTTO

Ogni nostro problema di relazione e di lavoro, ogni stato d’animo vissuto, ogni nostro sintomo corporeo, appartiene a noi come individui, ma anche a noi come Umanità.

La nostra Dimensione  Spirituale è stata soffocata da tutto ciò che ci è stato insegnato nel pensiero  di un Dio giudice, esistente fuori di noi.

Oggi possiamo nutrire in noi la Consapevolezza che i contenuti di qualsiasi religione riflettono esattamente quei  limiti spazio-temporali che sono il risultato del processo di separazione, iniziato con la nostra scissione dall'Uno.



Oggi possiamo comprendere che tutto ciò che viviamo nel pensiero del giudizio perpetua all’infinito la separazione che è all’origine della sofferenza di tutta l’Umanità. 

Solo l’AMORE può permetterci di lasciare ogni forma di giudizio. 
Solo nell’Amore possiamo vivere la capacità di accogliere noi e ogni altro noi, comprendendo che tutto ciò che abbiamo vissuto è stato ed è necessario per entrare nella piena consapevolezza di ciò che siamo. 





Oggi possiamo finalmente comprendere di essere co-creatori della realtà che stiamo vivendo. 

Oggi possiamo   sentire che in ogni essere c’è la medesima Matrice Divina.


Nello spazio della nostra meditazione possiamo entrare in uno stato di profondo rilassamento, nel cosiddetto stato alterato di coscienza (stato alfa, nel quale le onde cerebrali sono rallentate) dove è più facile che possano riemergere vecchie emozioni ancorate nel corpo. 
Queste emozioni possono essere oggi, percepite,  rivissute, ascoltate, possono essere finalmente accolte e, attraverso la trasmutazione,  possono poi essere armonizzate. 
In questo modo l'energia può riprendere a fluire in modo armonioso nel nostro corpo e questo ci permette di sentire un nuovo benessere

Solo assumendoci la piena responsabilità delle emozioni che si restimolano nella nostra vita possiamo trasformare i messaggi base interiorizzati, possiamo cioè modificare il nostro sistema di credenza, assunto in risposta alla relazione con le nostre figure primarie di riferimento, genitori, insegnanti, sacerdoti...ecc. e possiamo   sciogliere vecchi nodi ancestrali restimolati nelle situazioni più difficili della nostra vita. Possiamo anche credere che ciò che visualizziamo non sia reale, non appartenga alle nostre vite precedenti o al vissuto dei nostri genitori, nonni, antenati, o all'inconscio collettivo, ma sia solo un'immagine simbolica.  
Qualunque sia la realtà, ciò che conta è trasmutare le emozioni che viviamo mentre stiamo visualizzando durante la nostra meditazione.

Per informazioni scrivete a Marina Ariela, cell 3203758431 

Commenti

Post popolari in questo blog

Contatti

Vibrare nell'Uno

Per la Nuova Umanità

Vecchio e nuovo

Rimango in Fiducia...

Armonizzare nel piccolo ciò che vorremmo vivere nel grande

La V Dimensione ci attende....

Gli specchi dell'Anima