Ri-trovare l'Unità

 Nel nostro  bisogno d'amore cerchiamo qualcuno che si prenda cura di noi donandoci quell’Amore di cui noi stessi ci siamo dovuti privare nel processo di separazione.  Viviamo un costante e profondo senso di nostalgia di cui non comprendiamo l’origine profonda e che  attribuiamo ad infinite cause  superficiali, legate solo alla nostra dimensione materiale.                                                          

Anche nel rapporto di coppia noi cerchiamo di ritrovare quell’Unità che abbiamo perso, ma così facendo molto spesso cerchiamo un partner con il quale instaurare una dinamica di compensazione.  Poichè quasi sempre il rapporto marito-moglie nasce sulla base di questo squilibrio e  a livello energetico ed emozionale si tramanda di generazione in generazione, tutta l'Umanità è in uno stato di profonda sofferenza. 
I figli   non possono crescere conservando nel bambino interiore la capacità di rispondere ai propri bisogni, perché adattandosi alle richieste dei genitori e trovando il loro spazio nel ruolo ”necessario” a compensare la disarmonia del sistema famigliare, ricevono attenzione e tengono unita la famiglia. 
Lo squilibrio si tramanda di generazione in generazione perché i bambini percepiscono quello che noi siamo e viviamo  a livello emozionale, indipendentemente da ciò che noi vogliamo mostrare loro.  
Nella perdita del contatto con il nostro bambino interiore perdiamo la nostra Interezza e ci separiamo dal nostro  Bambino Divino. 
Tutto questo accade specialmente nella nostra cultura occidentale, perché non vi è un atteggiamento sano rispetto al riconoscimento dei bisogni legati alle diverse emozioni che  vengono  difficilmente ascoltate e spesso negate. 

Gli squilibri emotivo/energetici sono ormai codificati nel nostro DNA vibrazionale perchè continuano a rinforzare dinamiche relazionali alterate e, di generazione in generazione, continuiamo a replicare i medesimi ruoli.                                                                
Ci vogliono a volte molti anni di terapie per tornare al nostro piccolo bambino e per "sostituire" ciò che ci ha ferito e che ancora ci limita anche da adulti, recuperando quelle tappe indispensabili per la nostra reale crescita. Ci vogliono molte e molte vite affinché l’Anima possa tornare a vibrare nelle frequenze in cui tutto è solo Amore. 

Riappropriarci del nostro bambino interiore libero è il primo passo per  essere un adulto in equilibrio, un adulto capace di amare se stesso e gli altri in modo incondizionato. Ritrovare il nostro Bambino Divino ci permette di aprirci all’Amore puro ed incondizionato.

 




 Accogliamo tutto ciò che è  nelle frequenze basse, per vibrare all’unisono nelle frequenze più elevate

La nostra Evoluzione  ha come obiettivo il superamento di ogni limite spazio-temporale....



Grazie per tutte le volte in cui sappiamo confrontarci nel dialogo superando il giudizio e  rimanendo aperti all'evoluzione dei nostri pensieri

 

Chiedo Per Dono affinché uomo e donna nella coppia in ogni Famiglia possano riconoscersi Unità nel cammino evolutivo della loro Anime

 

Chiedo Per Dono affinché possiamo superare tutto ciò che viviamo nel due, cioè nella separazione e in tutto ciò che si manifesta in ogni tipo di opposizione

 

Grazie perché oggi possiamo vivere la nostra profonda Guarigione,

 Grazie perché oggi possiamo vivere Fiducia, Amore Incondizionato, Gratitudine

Grazie per la nostra Rinascita nell' Unità di Spirito e Materia

Grazie per tutte le volte in cui rimanendo nella Connessione superiamo i momenti più difficili nella nostra vita

 

Ignatia, Pink Yarrow, Hypericum, Monkshood, Hairy Butterwort, Cosmos

Salmo 85-84

Salmo 114-113

Salmo 112-111

Salmo 96-95

Salmo 136-135

Archetipo 20 Res Perfezionare

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Contatti

il Campo Vibrazionale della Terra.

Condividere il BENE

Siamo un'unica Famiglia

Le essenze utili

Luce per la Terra

Sosteniamo l'Umanità affinchè tutti possano sintonizzarsi nelle frequenze più elevate.

Il proposito....verso l'Unità

Nella Luce tutto è solo Amore.

La nostra possibilità evolutiva