A Marco

Paolo Tobanelli




Sotto il manto di neve
tu non puoi pensare la forza di gemme
che si lacereranno per farsi foglia, fiore, frutto

Nel bozzolo vischioso
tu non puoi pensare 
il volo smagliante di una farfalla nel cielo

Nella trasparenza del ruscello tu non puoi pensare
 il fragore della cascata
che dalla vetta
si frantuma a valle

In ogni cosa che muta
c'è vita
Anche dietro al tuo silenzio

Ma tu

avvolto nel buio
e soffocato dalla paura
cerchi l'eterno rifugio
e non sai 
che per nascere
bisogna lottare

Marina Ariela

Commenti

Post popolari in questo blog

Contatti

La nuova Umanità