Perchè meditare o pregare?

Stiamo vivendo tempi ancora  molto difficili, 
ma non scoraggiamoci né arrendiamoci...


Ritengo molto importante unirci nel "Lavoro vibrazionale per la Terra e per la nostra unica Famiglia, Umanità"  
Il nostro Pensiero ci permette di creare 
un potente flusso di energia 
capace di interagire con il Campo Vibrazionale della Terra.

Attraverso il nostro Pensiero e la nostra Intenzione  possiamo superare l’opposizione (io-tu, male, bene, sintomo-guarigione, dubbio-fede, egocentrismo-altruismo) della IV Dimensione e creare il nuovo, il miracolo nella V Dimensione.
Con il nostro lavoro possiamo sostenere tutti coloro che sono nella sofferenza a causa del processo di trasmutazione globale.
Tutto ciò che risolviamo nell’attivarci nel Piano Spirituale, contribuisce a creare il miracolo della trasformazione della materia.




Questo ci potrà permettere di sintonizzarci con il bisogno della Terra Madre che sta lottando per affermarsi nella V dimensione insieme a tutte le sue creature.



La nostra preghiera sostenuta dal lavoro vibrazionale  può diventare il momento in cui riportiamo nell’UNO tutto ciò che nell’esperienza della materia viviamo nel'opposizione, nel due.

Ogni nostra preghiera ha bisogno di essere sentita nella Certezza della possibilità che quanto ci sta a cuore sia accolto, per poter diventare impulso vibrazionale capace di generare un  nuovo campo sintonizzato nella realtà di cui noi diventiamo co-creatori.

Per questo diventa così importante essere consapevoli di ciò che viviamo emotivamente mentre siamo nella nostra preghiera.

Dio ci ha donato il libero arbitrio

In ogni momento possiamo scegliere su quale piano vogliamo vivere la nostra esperienza.

Oggi possiamo imparare a ricollegarci con la Fonte della Fiducia Universale per diventare noi stessi sorgenti  d’Amore, nel Divino in noi.

Oggi abbiamo la possibilità di imparare a “sintonizzarci” nel nuovo, riconoscendo, accogliendo e trasmutando quelle emozioni che limitano fortemente la Fiducia che ciò che chiediamo nella nostra preghiera possa manifestarsi nella nostra vita.

Tutto ritorna affinchè tutto possa essere trasmutato

Oggi abbiamo la possibilità di imparare a “sintonizzarci” nel nuovo, la nostra preghiera può essere sostenuta da un lavoro vibrazionale che ci permette di non interagire con lo sconforto, la rabbia, la tristezza, che sono proprio le emozioni che spesso ci inducono a pregare ...
Ma sempre ci dimentichiamo che tutte le nostre preghiere sono già esaudite nel momento in cui eleviamo il nostro sentire

 Nel suo processo di evoluzione l’uomo non solo ha sconvolto l’ordine naturale dell’intero pianeta, ma ha anche perso la sua istintività, cioè la sua capacità di riconoscere i messaggi del suo corpo.

Tutto ciò che si manifesta a livello fisico ed emotivo, nel piano della materia, è espressione di un bisogno molto profondo, il bisogno dell’Anima che necessita della nostra Consapevolezza per sintonizzarsi nelle frequenze dello Spirito. 

 Grazie per l’ESPERIENZA che viviamo oggi nella Materia per imparare...


Non potremo mai vivere la Gioia sino a quando questa Gioia non sarà la Gioia delle nostre Anime  che vibrano nell’Uno nel Corpo Spirituale.

Siamo Luce, siamo Divini, se riusciamo a spezzare la catena del vecchio sistema di credenze per vivere  il nuovo Pensiero 



 Tutto ciò che stiamo sentendo e vivendo a livello emotivo è risonanza con tutto ciò che è nell’Esperienza vissuta dall’Umanità, presente come memoria vibrazionale nel corpo emotivo della Terra.
Grazie per la Consapevolezza che oggi ci permette di riconoscerci  nell'Uno che siamo. 
Quando comprendiamo questo,  siamo in grado di accogliere noi e ogni altro noi che rappresentiamo in quel sentire, e riconosciamo la necessità di vivere proprio quella situazione come espressione di un bisogno molto ampio e profondo, il bisogno di tutta l’Umanità.

La nostra meditazione attraverso il lavoro può diventare il momento in cui riportiamo nell’UNO tutto ciò che nell’esperienza della materia viviamo nel due.
Tutto ciò che viviamo è il risultato di ciò che si sta manifestando per permetterci di sintonizzarci nelle Dimensioni Superiori.

Tutto ciò che in ogni momento della nostra vita si restimola  nel sentire legato alle tragedie che da sempre hanno afflitto l’Umanità, portandoci ad identificarci nei vari ruoli  che la materia ha generato,  mina profondamente la fiducia necessaria per poter affrontare  e risolvere  i nostri problemi.
Ogni nostra preghiera ha bisogno di essere sentita nella Certezza della possibilità che quanto ci sta a cuore sia accolto, per poter diventare impulso vibrazionale capace di generare un  nuovo campo sintonizzato nella realtà di cui noi diventiamo co-creatori.

Per questo diventa così importante essere consapevoli di ciò che viviamo emotivamente mentre siamo nella nostra preghiera.

Oggi abbiamo la possibilità di imparare a “sintonizzarci” nel nuovo, riconoscendo, accogliendo e trasmutando quelle emozioni che limitano fortemente la Fiducia che ciò che chiediamo nella nostra preghiera possa manifestarsi nella nostra vita.

L’uomo è per sua natura un Essere Spirituale perché la nostra origine è Divina                                                                                                          Nel Corpo Spirituale noi siamo UNO e siamo solo BENE, Perfezione, Armonia.                                                                                                                     Dio è in noi nella certezza della Luce che siamo  nell’UNO.

Quando finalmente ci sentiamo “degni” di riconoscere il Divino in noi, possiamo permetterci di aprirci all’espansione dell’AMORE, comprendendo che c’è un Amore infinito che da sempre è in noi. 

Scopriremo allora di essere Uno nela Fonte di questo Amore  e potremo continuare ad amare ogni altro noi nei suoi/nostri limiti, nella consapevolezza che solo attraverso l’Esperienza che ci è necessaria possiamo percorrere la  strada che ci porta a superare i confini dell’ego

Noi siamo Divini quando siamo nelle frequenze più elevate, quando siamo Uno in Dio,e nella Consapevolezza dell’Uno che siamo è tanto importante oggi che ognuno di noi possa riconoscere in se stesso tutta l’Umanità come Famiglia di Anime nel medesimo processo evolutivo nell’Espansione verso la Luce.
La nostra nuova Consapevolezza può permetterci di comprendere quei bisogni così profondamente legati alla nostra Evoluzione spirituale collettiva, nell’Intenzione di aprirci al Risveglio che accompagnerà la nascita della nostra nuova Umanità.                                                                   
E’in questa nuova Consapevolezza che possiamo accogliere la possibilità di  trasformare le nostre riflessioni che agiscono solo nel piano mentale, in un vero lavoro vibrazionale rivolto innanzitutto a noi stessi, ma anche a tutti coloro che “sentiranno” il cambiamento vibrazionale in noi e nell’Espansione del Campo oltre noi.

Ogni giorno possiamo entrare nello spazio della nostra meditazione quotidiana nel tempo necessario per permetterci di ascoltare le emozioni che si restimolano nella nostra interazione con gli altri, sia materiale che vibrazionale.    

La nostra meditazione deve diventare il momento in cui riportiamo nell’UNO tutto ciò che nell’esperienza della materia viviamo nel due.
I Corpi sottili che avvolgono il nostro corpo fisico sono campi di energia attraverso i quali siamo tutti collegati oltre lo Spazio-Tempo, parametri appartenenti solo alla dimensione fisica.

Le emozioni vissute in risposta ai  traumi che le hanno originate, sentite e  risentite di generazione in generazione, si manifestano ancora oggi nei vari sintomi e squilibri nelle malattie, in quelle parti del corpo che hanno ancorato  l’esperienza vissuta.
Comprendere che questi sintomi sono espressione di quel dolore antico dell’Anima che ha ancora bisogno di essere accolto e riconosciuto, ci può permettere di  non interagire con ciò che abbiamo attratto nel buio.
Il nostro corpo infatti registra tutto ciò che viviamo a livello emotivo, lo abbiamo già visto: ogni trauma ha una sua frequenza che, nello stato di risonanza che coincide con i momenti di maggior stress, si  manifesta come sintomo.

Nel suo processo di evoluzione l’uomo non solo ha sconvolto l’ordine naturale dell’intero pianeta, ma ha anche perso la sua istintività, cioè la sua capacità di riconoscere i messaggi del suo corpo.
Tutto ciò che si manifesta a livello fisico è espressione di un bisogno molto profondo, il bisogno dell’Anima che necessita della nostra Consapevolezza per sintonizzarsi nelle frequenze dello Spirito e  per permetterci di armonizzare tutte le tematiche ancestrali legate all’Esperienza nella materia. 

Quando la materia abbraccia lo Spirito e cogliamo i primi segnali della nostra guarigione,  riconosciamo i ruoli che abbiamo recitato nei drammi dell’Umanità, nel palcoscenico delle molte vite dell’Anima, diventiamo capaci di riconoscere tutto ciò che continuiamo a replicare nei ruoli che abbiamo condiviso e sentiamo profondamente il nostro 
Grazie per l’ESPERIENZA che viviamo nella Materia per imparare

Nel libero arbitrio possiamo scegliere di nutrire il Buio o la Luce.

Nel buio replichiamo la volontà  di vivere lontani dalla Luce, perdiamo la nostra Interezza , abbandoniamo la materia a se stessa e a tutto ciò che si genera nelle basse frequenze.
Solo quando la materia abbraccia lo Spirito viviamo quella Connessione nella quale ci sintonizziamo nelle frequenze più elevate e siamo testimoni dell’Espansione della Luce in noi e attraverso di noi.
L’uomo di oggi ha creato una sua scala di valori, determinata in funzione di  ciò che egli ritiene più giusto nel suo pensiero razionale, che si basa solo su ciò che appare nella materia, soffocando così il bisogno profondo dell’Anima che necessita di vivere nella materia quelle Esperienze necessarie  alla sua Evoluzione.

Oggi possiamo comprendere che l’Anima ha a disposizione molte vite per vivere l’ESPERIENZA e che noi non possiamo giudicare o interagire con ciò che ogni essere vive nella sua vita, poiché tutto ciò che viviamo serve per imparare.

Nella trasmutazione oggi possiamo sentire che vittima e persecutore sono solo ruoli nei quali non abbiamo più bisogno di identificarci, superando l’opposizione della materia.
Oggi possiamo sostituire il pensiero, proiezione dei limiti della materia, con il Pensiero nel quale vibriamo nella connessione Spirito-Materia, trasmutando la congestione delle emozioni che riviviamo nel cammino necessario all’Anima per riconoscersi nell’UNO

Oggi possiamo imparare a ricollegarci con la Fonte della Fiducia Universale per diventare noi stessi sorgenti  d’Amore, nel Divino in noi.

Il lavoro vibrazionale è ciò che può permetterci di vivere in questa una nuova energia ogni nostra preghiera.

Nella materia ogni Esperienza è “occasione” per sintonizzarci nello Spirito.
Tutto ciò che viviamo nel dolore, nella sofferenza, è solo separazione.

Nel Pensiero noi riportiamo nell’Uno ciò che la nuda materia ci propone nel due, nell’opposizione.                                                                                            
 Il Pensiero è ciò che ci unisce nelle frequenze più elevate, è ciò che ci permette di riconoscerci UNO nel Corpo Spirituale.

Ogni volta in cui ci  riuniremo in numero sufficiente, animati da una sola idea, saremo abbastanza potenti da diventare contagiosi e favorire il cambiamento globale.

In molti si stanno attivando per rendere sempre più stabile la nuova realtà.

In tempi ancora  difficili quali quelli attuali, il Progetto deve essere coltivato  con molta cura; ricordiamoci  comunque che le Forze della Luce sono sempre pronte a  spronarci  e a sostenerci.

La meditazione condivisa crea una frequenza molto più stabile, in grado di essere maggiormente contagiosa per chi ancora non è nel suo cammino di ricerca...
Le emozioni che viviamo ogni giorno e lo spazio che diamo quotidianamente al nostro sentire contribuisce a creare quel campo che può sostenere questo e ogni altro aggiornamento...
Ogni volta in cui ci attiviamo per superare un'opposizione creiamo un imput vibrazionale che dà energia a quel seme che stiamo nutrendo e che presto crescerà insieme alla nostra Nuova Umanità...


Attiviamoci per riportare nell'UNO tutto ciò che ancora oggi è due


Il lavoro vibrazionale per la Terra    è il risultato di un intensissimo lavoro nel quale le tematiche relative ai bisogni collettivi più sentiti diventano “preghiera” e “Intenzione” .
E’ costituito da due parti:

Nella prima sono proposte diverse frasi che “parlano” il linguaggio del Corpo Emotivo e che quindi per poter essere sentite e vissute anche da tutti coloro che le leggono, sono introdotte dalle parole “Mi dispiace”, “Grazie” e “Chiedo Per-DONO 

Il nostro Pensiero ci permette di creare un potente flusso di energia capace di interagire con il Campo Vibrazionale della Terra.

Per questo è importante  sentire” le nostre preghiere, dobbiamo vivere quel dolore espresso nel “Mi dispiace”,  riconoscendolo come momento fondamentale nella “catarsi” necessaria al processo di Purificazione,  fondamentale per permettere la Rinascita della nuova Umanità.

Dobbiamo “sentire” la profonda GRATITUDINE nel “Grazie” per ciò che nel nuovo possiamo vivere per creare la qualità vibrazionale del nuovo

Dobbiamo  credere al Miracolo
Dobbiamo vivere nel Pensiero attraverso il quale invochiamo il nostro “Per-DONO”, non per essere “perdonati”, ma perché siamo certi di poter ricevere quel DONO, espressione di quell’Amore Incondizionato  ed Infinito che è Fonte della Vita stessa.



La seconda parte del lavoro è costituita da un elenco di rimedi omeopatici ed essenze floreali, seguita da dalla citazione di diversi Salmi e versetti, proposti secondo un ordine ben preciso e assolutamente intenzionale.
In natura esiste tutto ciò che può in ogni momento essere vissuto nel “bene” o nel “male”.
Chi conosce i principi dell’Omeopatia sa che tutti i rimedi che la costituiscono sono quelle sostanze che se assunte nello stato della materia, nelle basse frequenze che la costituiscono, possono farci ammalare, ma se proposte nel loro principio vibrazionale, nelle varie Diluizioni, possono permetterci la Guarigione.
Anche i numeri dei Salmi, citati nella seconda parte del lavoro, vanno interpretati come Diluizioni particolarmente elevate, che permettono ai vari rimedi di vibrare nelle frequenze più alte
Diversi studiosi hanno scoperto che il Libro dei Salmi ha un potente potere di guarigione e confermano che molti testi antichi, usati in culture differenti e legati a religioni diverse, hanno in sé un potenziale  davvero importante da un punto di vista vibrazionale.

Tutti possiamo sentire a un livello sempre più profondo la trasformazione che viviamo mentre eleviamo il nostro campo nelle frequenze dello Spirito, che corrisponde in anatomia sottile,  al piano del Corpo di Luce
La nostra meditazione attraverso il lavoro può diventare il momento in cui riportiamo nell’UNO tutto ciò che nell’esperienza della materia viviamo nel due.

Esiste per tutti , nella scelta della Luce, la possibilità di vivere sulla Terra Amore,  Pace, Salute,  Armonia e condivisione del Bene

Possiamo oggi sentire la  necessità  di azzerare il dolore che l’Umanità continua a riprodurre, per ritornare a vivere la nostra interezza nell’UNO che siamo.



Grazie a tutti coloro che vorranno unirsi al progetto per la nostra rinascita collettiva !

Esiste per tutti , nella scelta della Luce, la possibilità di vivere sulla Terra Amore,  Pace, Salute,  Armonia e condivisione del Bene 


Tutti possiamo ritrovare il collegamento con la nostra
 Dimensione Transpersonale e vivere la nuova Umanità!
E' sufficiente che la radice quadrata dell'1% della popolazione sulla Terra si sintonizzi in modo stabile nelle frequenze nelle quali la Terra vibra dal 2012

 Oggi possiamo accogliere il progetto della nostra Anima, sostenendo questo importantissimo lavoro vibrazionale in grado di "parlare" il linguaggio del sentire,  cioè del corpo emotivo collettivo, sintonizzandolo nelle frequenze utili a sostenere il processo della Rinascita globale


Per informazioni contattatemi :

mail: marina.traversi@gmail.com
cell. anche messaggio whatsApp  3491111327





Nella consapevolezza dell’esistenza del bene e del male
scelgo di rimanere sintonizzato nel bene.
Qualunque cosa io stia vivendo ora,
riconosco che proprio questa esperienza è ciò che la mia Anima ha creato
per permettermi oggi di fare quel salto nel sintonizzarmi nelle frequenze del mio Corpo di Luce, per riconoscermi Unità di Corpo Anima Spirito.


Ringrazio la vita che mi permette di attrarre questo oggi perché così la mia Anima può evolvere nel piano dello Spirito
Non voglio cadere nella tentazione dando energia al buio.
Rimango nella Fiducia della mia Luce.
Nella Fede ho la certezza della mia guarigione


E rispetto a chi ancora percepisco come nemico:


Rimango nella fiducia che anche tu esisti nella Luce,
e ciò che si manifesta in te nasce solo dallo stato di separazione
che vivi allontanandoti dalla Luce.
Non voglio interagire con il buio che vedo in te, ma scelgo di nutrire la Luce in noi,
mi appello alla tua e alla mia Espansione Divina, perché sono la medesima cosa.
Mi dispiace per tutto ciò che si sta manifestando in questo sintomo, 
in questo disagio, in questo problema. 
Mi dispiace per il mio dolore, mi dispiace per il tuo dolore, mi dispiace per il nostro dolore”.



dalleradicincontroallavita.blogspot.com


Mantra Individuale

Commenti

Post popolari in questo blog

Contatti

La nuova Umanità